I video da noi selezionati

lunedì 6 ottobre 2008

Sversamenti tossici a Marigliano

Dal blog di Nunzia Lombardi

L'anno duemilaotto addì 05 del mese di Ottobre alle ore 13:00 circa , noi sottoscritti Ufficiali ed Agenti di P.G., Sovr. CAVEZZA Geremia, Ag. BERNARDINI Marco in servizio presso il Comando in intestazione, in servizio di emergenza ambientale 1515, ci siamo recati in località “Masseria del Monaco” nel Comune di Marigliano (NA), e di proprietà privata al fine di porre sotto sequestro l’area individuata il giorno 04/10/2008 a seguito di segnalazione 1515, dove sono stati rinvenuti 15 fusti da 200 litri contenente liquido di colore marrone denso e maleodorante scaricati in aperta campagna e a diretto contatto col suolo. L’area è ubicata catastalmente al Foglio 5 particella 5.
Con atto a parte verrà contattata l’ARPAC per i rilievi e le analisi da effettuare sul liquido rinvenuto, l’ASL di Marigliano e il Sindaco di Marigliano per gli adempimenti di urgenza.---///
Nella circostanza, visto l’art. 81 delle norme di attuazione del c.p.p. nonché dell’art. 259 c.p.p. abbiamo proceduto alla nomina del Sindaco pro-tempore del Comune di Marigliano ESPOSITO CORCIONE Felice quale custode giudiziario di quanto sequestrato, il quale verrà reso edotto degli obblighi derivanti dagli artt. 334, 335, 349, 350 del c.p., in merito alla custodia giudiziaria al momento della notifica dell’ atto.---///

altro sequestro

L'anno duemilaotto addì 05 del mese di Ottobre alle ore 10:30 circa , noi sottoscritti Ufficiali ed Agenti di P.G., Sovr. CAVEZZA Geremia, Ag. BERNARDINI Marco in servizio presso il Comando in intestazione, in servizio di emergenza ambientale 1515, abbiamo accertato in località “Boscofangone-Piazzola Provinciale” nel Comune di Marigliano (NA), e di proprietà della provincia di Napoli, una violazione dei sigilli all’area gia sequestrata in quanto ignoti avevano scaricato un vecchio serbatoio per il contenimento dell’acqua in eternit pieno di lastre dello stesso materiale frantumate, probabilmente materiale contenente amianto, materiali di risulta e materiale proveniente dalla potatura di alberi.---///
Dalle indagini preliminari non si è potuto accertare né la provenienza dei rifiuti né l’autore del reato.---///
Con atto a parte verrà contattata l’ARPAC per i rilievi e le analisi da effettuare sul materiale rinvenuto, le ASL competenti per territorio di Marigliano e Acerra (probabile presenza di amianto) e il Sindaco di Marigliano per gli adempimenti di urgenza.---///
Nella circostanza, visto l’art. 81 delle norme di attuazione del c.p.p. nonché dell’art. 259 c.p.p. abbiamo proceduto alla nomina del Sindaco pro-tempore del Comune di Marigliano ESPOSITO CORCIONE Felice quale custode giudiziario di quanto sequestrato, il quale verrà reso edotto degli obblighi derivanti dagli artt. 334, 335, 349, 350 del c.p., in merito alla custodia giudiziaria al momento della notifica dell’ atto.---///
Vista l’impossibilità di notificare l’atto al custode giudiziario, lo stesso verrà notificato successivamente.---///
Dell’ area interessata è stato prodotto fascicolo fotografico che con atto a parte verrà inviato a codesta A.G..---///
Con atto a parte verranno informate tutte le autorità preposte per la messa in sicurezza, la chiusura del piazzale e la successiva bonifica del sito.---///

Nessun commento: