I video da noi selezionati

martedì 6 maggio 2008

Rifiuti Campania, Commissione europea deferisce Italia a Corte Ue


Reuters

BRUXELLES - La Commissione europea ha formalizzato oggi il deferimento dell'Italia davanti alla Corte di giustizia Ue per il mancato rispetto della normativa comunitaria nella gestione dei rifiuti della Campania. Lo ha detto un funzionario della Commissione.

L'esecutivo Ue ritiene che le misure previste dal governo italiano per superare l'emergenza nella regione non saranno attuate in modo sufficientemente rapido.

"Abbiamo ricevuto informazioni dalle autorità italiane che indicano che ci sono stati dei progressi e ci sono dei piani sul tavolo", ha detto il funzionario. "Ma abbiamo delle preoccupazioni, soprattutto riguardo al calendario dei lavori. La commissione non ritiene che la questione sarà affrontata in modo sufficientemente rapido".

La Commissione ha inoltre inviato all'Italia una lettera di messa in mora riguardo alla situazione del Lazio, unica regione italiana che non avrebbe presentato un piano per la gestione dei rifiuti, così come richiesto dalla Corte di giustizia europea in una sentenza dello scorso anno sui rifiuti in Italia.

Repubblica.it


(...)Con il deferimento alla Corte si apre una procedura ancora lunga prima che ci possano essere eventuali conseguenze concrete nei confronti dell'Italia. Ci vorranno ora alcuni mesi, anche un anno, prima che la Corte emetta la sua sentenza e se questa sarà negativa per Roma si aprirà una nuova procedura, anch’essa lunga molti mesi, (fino a 24) con nuove messe in mora da parte della Commissione e eventuali risposte dall’Italia prima che si possa giungere ad una eventuale condanna definitiva che commini anche una multa. (...)
(...)«Le montagne di rifiuti - è il commento del commissario Ue all'ambiente Stavros Dimas - non raccolti accumulatisi per le strade della Campania illustrano emblematicamente le minacce per l'ambiente e per la salute umana risultanti da una gestione inadeguata dei rifiuti. Occorre - prosegue il commissario - che l'Italia dia priorità all'elaborazione di piani efficienti di gestione dei rifiuti in Campania e nel Lazio, nonchè alla realizzazione delle infrastrutture di raccolta e di trattamento necessarie per attuarli correttamente».

Sole24 ore.it


Per la Commissione le misure adottate in Campania non sono adeguate «per risolvere nel lungo periodo il problema dei rifiuti nella regione e impedire il ripetersi dei fatti inaccettabili verificatisi lo scorso anno». Per Bruxelles la Campania è lontana dal poter creare un sistema di gestione efficiente che consenta la raccolta, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti. Inoltre, le autorità italiane «si sono rivelate incapaci di indicare un calendario chiaro per il completamento e la messa in servizio degli impianti di selezione, delle discariche, degli inceneritori e delle altre infrastrutture necessarie per risolvere i problemi dei rifiuti che affliggono la regione»

Nessun commento: