I video da noi selezionati

martedì 27 maggio 2008

Nelle 10 discariche anche ceneri pesanti e scorie


Fonte: Il Mattino 27-05-2008

Ceneri pesanti e scorie: anche questo dovrebbe finire nelle nostre discariche. È scritto nel decreto Berlusconi sui rifiuti. E la protesta trova nuove motivazioni. «Non è possibile che a Chiaiano, vicino alla zona ospedaliera finisca tutto questo», spiega Francesco, uno degli animatori del presidio. Sui siti degli ambientalisti già impazzano le interpretazioni. All’articolo 9 del decreto si legge: «Gli impianti di cui al comma 1 (le dieci discariche da creare in Campania) sono autorizzati allo smaltimento dei rifiuti contraddistinti dai seguenti codici cer» E segue un elenco di sigle. Di che si tratta? Per saperlo basta consultare internet. E così si scopre che il cer 19.01.11 indica ceneri pesanti e scorie, contenenti sostanze pericolose; il 19.01.13 ceneri leggere, contenenti sostanze pericolose; il 19.02.05 fanghi prodotti da trattamenti chimico-fisici contenenti sostanze pericolose; 19.12.11: altri rifiuti,compresi i materiali misti, prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, contenenti sostanze pericolose. Parole inquietanti, destinate ad alimentare le ansie dei napoletani vittime per decenni degli smaltimenti illeciti di rifiuti tossici. Ma spiega lo staff del sottosegretario Bertolaso: «Abbiamo inserito quei codici perché bisogna eliminare i residui dei roghi di questi giorni. E comunque il rispetto della normativa europea, previsto dal decreto legge garantisce i cittadini che non avverrà nessun conferimento indiscriminato di rifiuti speciali, o peggio, tossici, presso le discariche». Argomentazioni che non convincono il comitato allarme rifiuti tossici che dal sito Peacelink sostiene: «Sia i termovalorizzatori e sia le discariche devono nascere con lo scopo ben preciso di bruciare o interrare anche rifiuti pericolosi o non meglio specificati. Tutti dicono che l’inceneritore non fa male, nessuno che le ceneri prodotte sono vere e proprie bombe ecologiche». d.d.c.

Nessun commento: